Scarpe Vegan Made in Italy – BaijiVeganShoes

Tessuti e colori naturali, come e quali scegliere

tessuti-colori-naturali

Vivere in maniera naturale si può, così come mangiare in maniera naturale e cruelty free.
Siamo sempre più attenti ai cibi che consumiamo, alla loro provenienza, alla loro genuinità ma abbiamo mai pensato a ciò che indossiamo e a ciò che facciamo indossare ai nostri figli?

Sembra banale ma non è così.
I tessuti potrebbero contenere tracce di fertilizzanti e pesticidi di sintesi, come nel caso di alcuni cotoni provenienti da coltivazioni del sud est asiatico, o addirittura i coloranti utilizzati per tingerli, potrebbero essere nocivi per la salute.
Non dimentichiamo che abiti e scarpe sono costantemente a contatto con la nostra epidermide, un tessuto che respira, traspira, secerne e assorbe.

Vi è mai capitato di tingervi con un colore a spirito e pur essendovi lavati subito le mani, avete dovuto aspettare ore prima che il colore svanisse completamente?
mani-sporche-di-tinta
Questa è una prova della rapidità di assorbimento della pelle e di quanto essa trattenga al sue interno le sostanze.
Allo stesso modo vestiti e calzature possono tingere la pelle del nostro corpo o sprigionare sostanze che alla lunga ci fanno male.

E allora, cosa possiamo fare?

  • Evitiamo di acquistare prodotti di dubbia provenienza e low cost.
    Generalmente dietro un basso prezzo raramente si nasconde qualità e troppo spesso vi è invece sfruttamento dei lavoratori e prodotti di bassa lega.
  • Cerchiamo un abbigliamento che ci fornisca delle certificazioni.
    Meglio comprare meno cose ma garantite, spendendo un po’ di più, anziché spendere poco e riempire armadi di roba inutile e nociva.
  • Favoriamo il vero Made in Italy.
  • Tingiamo in casa capi e tessuti.

Una volta, le nostre nonne erano solite tingere in casa i tessuti, utilizzando fiori ed erbe, sperimentando e reinventando.
Ricominciamo a vivere secondo natura, prendendo esempio dallo stile di vita di qualche decennio fa,  prima che l’industrializzazione ci rubasse soldi, fantasia e sopratutto salute.
Sono tanti i piccoli gesti da fare quotidianamente e messi insieme possono fare la differenza.
Allora, proprio per partire dalle piccole cose, riscopriamo insieme come fare a colorare i tessuti da soli in casa con coloranti naturali, come si faceva una volta.

Alcuni colori derivanti da erbe e fiori

Verde: foglie di edera, spinaci, prezzemolo per i verdi più brillanti, foglie di eucalipto per i verdi tendenti al grigio.
Giallo: zafferano, curcuma, camomilla, ginestra (fiore), buccia di cipolla.
Blu: more e mirtilli.
Marrone: thè nero, caffè, mallo di noce, cacao.
Rosso e Rosa: rooibos, karkadè, henné, barbabietole rosse, radice di robbia, petali di rosa rossa.
Lilla: bacche di sambuco per tutte le nuances, dal lilla chiaro al viola scuro.

come-tingere-tessuti-baiji-vegan-shoes
Il procedimento è un po’ lunghetto ma semplice, basterà seguire questi 12 step:

1.  Scegliere un capo o un tessuto che sia naturale, come il cotone, la canapa, il lino.
2.  Pesare il capo/tessuto da tingere.
3.  Pesare il prodotto naturale scelto per la colorazione: il peso dovrà essere identico al peso del capo/tessuto da tingere.
4.  Lavarlo in maniera accurata.
5.  Prendere una pentola capiente poiché dovrà contenere il capo/tessuto da tingere e tanta acqua quanta ne servirà per coprirlo completamente zovirax ointment.
6.  Dopo aver portato a bollore l’acqua, versare nella pentola un cucchiaio di sale grosso per ogni litro d’acqua.
7.  Aggiungere il prodotto naturale per la tintura (per la quantità vedi il punto 3).
8.  Lasciar bollire per circa un’ora.
9.  Togliere il tutto dalla pentola e rimuovere ogni residuo rimasto di erba e/o fiori.
10.  Mettere di nuovo l’acqua a bollire nella pentola.
11.  Immergere nuovamente il capo/tessuto nell’acqua bollente e lasciar bollire per altre tre ore circa,
controllando di tanto in tanto la gradazione del colore raggiunto (più a lungo bollirà, tanto più il colore sarà intenso).
12.  Lasciar raffreddare il tutto.

Godetevi il risultato!

Il risultato sarà sicuramente bellissimo ed unico se non altro perché è stato fatto da voi.
Non immaginate quanta soddisfazione si possa provare nel creare qualcosa da soli.
Andiamo quindi alla riscoperta delle cose vere, naturali del fai da te, del riciclo… riscopriamo, rinnoviamo e riutilizziamo anziché buttare e sprecare.

E per le scarpe, come facciamo?

Non possiamo di certo farle bollire nel pentolone!
Niente paura, alle calzature 100% naturali, prive di coloranti e sostanze nocive, oltre ad avere la certificazione “Animal Free” ci pensa Baiji Vegan Shoes .

Se cercate calzature garantite, certificate e che siano Made in Italy non dovete far altro che affidarvi a noi, alla nostra esperienza e serietà. Baiji Vegan Shoes presto vestirà i piedi anche dei più piccolini con la nuova collezione A/I 2016-2017.

…ma di questo parleremo più avanti 😉